Nicht kategorisiert

Egitto

By Dicembre 19, 2019 Settembre 5th, 2021 No Comments

Egitto

Egitto: chi non conosce questo paese anche solo per nome? L’antico Egitto è considerato una delle prime civiltà avanzate del mondo. I monumenti millenari nella fertile Valle del Nilo includono le colossali piramidi e la Grande Sfinge di Giza, nonché le pareti ricoperte di geroglifici del Tempio di Karnak e le tombe nella Valle dei Re a Luxor. Non per niente l’Egitto è considerato la culla della civiltà. L’Egitto è stato a lungo una destinazione turistica e molto presto il Mar Rosso ha attirato i pionieri dell’immersione subacquea.

La barriera corallina d’Europa

Il Mar Rosso sulla costa egiziana è spesso indicato come la barriera corallina d’Europa. Nessun altro mare tropicale può essere raggiunto dalla Germania, dalla Svizzera, dall’Austria e da tutti gli altri paesi europei in modo così rapido e semplice. A  sole quattro ore e mezza di volo, il Mar Rosso offre 365 giorni di sole in acque piene di colori.

Ottima destinazione a livello mondiale

In tutto il mondo esistono solo una manciata di vere e proprie destinazioni subacquee ideali. L’Egitto rientra sicuramente in questo gruppo. Il Mar Rosso ospita quasi tutto ciò che nuota nella vasta regione dell’Indo-Pacifico oltre a 400 specie endemiche, ovvero presenti esclusivamente in questa area. La diversità e il colore del corallo presenti possono eguagliare o superare altre popolari mete per la pratica dell’immersione subacquea come le Maldive, l’Australia o i Caraibi.

Visto e valuta

Per l’ingresso nel paese è sufficiente un passaporto con almeno 6 mesi di validità rimanenti. È anche possibile utilizzare una carta d’identità tedesca con 2 foto formato passaporto. Il visto turistico necessario viene rilasciato a pagamento presso l’aeroporto egiziano di destinazione. Il visto può essere acquistato presso gli sportelli bancari prima del controllo passaporti. Agli sportelli è  anche possibile cambiare gli euro con la valuta locale; la sterlina egiziana. La sterlina è abbreviata LE o EGP. Cento piastre equivalgono a una sterlina.

Utilizzo cellulari

In Egitto le tariffe di roaming sono molto costose e le tariffe internazionali offerte da alcune compagnie telefoniche europee non sono particolarmente convenienti. Un valida alternativa è costituita dai fornitori locali come VODAFONE Egypt, ETISALAT oppure ORANGE. Offrono carte SIM a prezzi molto bassi su cui è possibile caricare un credito telefonico o un volume di dati per navigare in Internet a un prezzo relativamente economico. Le chiamate internazionali sono molto più costose delle chiamate nazionali in Egitto, tuttavia non ci sono costi di roaming per le chiamate in arrivo. I negozi di telefonia sono disponibili direttamente nell’aeroporto.

Informazioni sanitarie

Per l’Egitto non sono necessarie vaccinazioni speciali. La malaria e altre tipiche malattie tropicali non sono presenti nel Mar Rosso. Data la possibile insorgenza di malattie diarroiche, nella farmacia da viaggio non dovrebbero mancare farmaci appropriati, nonostante i rimedi locali producano effetti migliori. Sulla costa settentrionale del Mar Rosso sono ora presenti diversi ospedali che rispettano gli standard europei. Sono disponibili anche diverse camere di decompressione. Tuttavia, raccomandiamo fortemente un’assicurazione sanitaria per l’estero, in caso contrario gli ospedali insistono sul ricevere un pagamento in contanti.

Clima

In Egitto l’estate non finisce mai del tutto. I mesi più freddi vanno da dicembre a marzo, ma le temperature diurne rimangono sempre al di sopra di 20 gradi. Tuttavia, soprattutto per i subacquei, in questi mesi maglioni o felpe fanno parte dell’attrezzatura base. Il vento proveniente dal nord infatti è particolarmente forte e freddo in questo periodo. Da aprile, le temperature aumentano lentamente e l’acqua inizia a riscaldarsi. Nei mesi invernali le temperature dell’acqua non scendono al di sotto di 21 gradi mentre in estate l’acqua raggiunge i 29-30 gradi. Da giugno a ottobre, le temperature salgono sopra i 40 gradi ma essendo un caldo secco rinfrescato dall’aria di mare lo si sopporta senza problemi. L’Egitto è quindi una meta interessante grazie a un ottimo clima temperato presente tutto l’anno.

CURIOSITÀ E SORPRESE

L’Egitto ha 1.700 chilometri di spiaggia.
Il pastore Thomas Cook organizzò nel 1869 il primo pacchetto vacanze in Egitto.
Nel sito d’immersione Umm Gamar a Hurghada ci sono ancora resti di una gabbia anti-squalo lasciata da Hans Hass.
L’organizzazione egiziana per l’ambiente HEPCA ha allestito più di 1.000 boe di ormeggio per impedire l’ancoraggio diretto alle barriere coralline.
Le strutture portuali più antiche del mondo sono state scoperte nel Mar Rosso.
Il pioniere delle immersioni Jacques-Yves Cousteau aveva già scoperto il SS Thistlegorm nel 1956, prima che fosse “riscoperto” nel  1991.